Rappresentante d’Istituto?!

  1. 12241440_10201361555758367_5629787355149742719_nSei al tuo secondo mandato, cosa credi di aver concluso l’anno scorso e cosa credi di riconfermare quest’anno?
  • Cosa ho fatto l’anno scorso? Niente, non ho fatto proprio niente l’anno scorso. L’ho pure detto all’assemblea, non so, pensavo di avere più appoggio l’anno scorso, di avere più collaborazione da parte degli studenti, da parte degli altri rappresentanti, anche dei docenti. Spero di… Quest’anno sono state elette persone che considero valide quindi abbiamo creato un bel team.
  • Quindi secondo te il problema sono stati gli altri?
  • No, no. E’ stata anche colpa mia perché comunque non conoscendo come funzionava e anche non informarmi… alla fine non ho fatto quello che dovevo fare.
  • E quindi quest’anno credi di riconfermare quello che hai fatto l’anno scorso?
  • No, ovviamente.

 

  1. Per quale motivo tu e i tuoi compagni avete avvertito il bisogno di candidarvi alla rappresentanza del nostro Istituto?
  • Ho voluto riproporre la lista per…. cercare quello che appunto non ho fatto l’anno scorso.
  • Quindi per riscattarti?
  • Per riscattarmi? Per riprendere la fiducia degli studenti più che altro perché l’anno scorso mi hanno dato fiducia, ma non gli ho dato quello che si aspettavano e quindi quest’anno ho voluto ritentare a rimettermi in gioco per vedere se…
  1. Secondo te, che significa essere rappresentante d’Istituto?
  • Sicuramente non significa andarsene in giro, perdere tempo e non fare niente. Essere Rappresentante d’Istituto significa prendersi una responsabilità.
  • Cioè?
  • Beh, mandare avanti l’Istituto proponendo idee che appunto fanno… portano avanti l’Istituto, non che non lo portino.
  • Portino avanti l’Istituto? Argomenta.
  • In che senso portare avanti l’Istituto? Beh, facendo cose che non vanno contro, in tanto in primis noi Rappresentanti dando un buon esempio.
  • E tu pensi di darlo?
  • Penso di darlo? Cerco di darlo, cercherò di darlo.
  1. Vista la rosa dei candidati, candidati parecchio attivi e meritevoli scolasticamente, credi di aver meritato la carica più di loro? Per quale motivo?
  • No, non è che credo che ho… Quest’anno si sono candidate persone valide e mi aspettavo sinceramente un’altra… Tutt’altro risultato. Non mi aspettavo appunto quello che è uscito.
  • Quindi non ti aspettavi di vincere?
  • Non è che non mi aspettavo di vincere, cioè, avevo dubbi, quest’anno avevo dubbi perché conoscendo gli altri candidati non avevo tutta questa sicurezza, ma alla fine i ragazzi….
  • Ti hanno sostenuto fino alla fine?
  • Si esatto.
  1. Cosa farete di concreto per gli studenti a parte i festini?
  • Vabbe eh, l’anno scorso ci siamo candidati non avendo un programma perché sono del parere che non è che sono io il capo degli studenti, non è che sono io che decido cosa fare. Io sono soltanto un tramite, io con gli altri tre ragazzi, siamo solo dei tramite degli studenti, dove non possono andare loro andiamo noi. L’unica differenza tra noi e gli studenti è il legame con il preside e un titolo scritto su dei fogli della rappresentanza d’Istituto.
  • Va bene, quindi cosa farete?
  • Quest’anno abbiamo appunto creato questo programma che non voglio anticipare niente perché non faccio, non dico cose se poi alla fine non riesco a realizzarle. Ho accennato qualcosa all’assemblea ma era una bozza di quello che vorrei fare.
  • Però non sei del parere che gli studenti dovrebbero votarti soprattutto per il programma?
  • Guarda, se gli studenti la pensavano così a quest’ora non avrebbero votato me, avrebbero votato qualcun altro. Chi ha portato un programma valido e studiato a tavolino.
  • Quindi gli studenti ti hanno votato pur non sapendo cosa farai di concreto per loro quest’anno?
  • Purtroppo si, ormai gli studenti non…. Il preside è anche venuto all’assemblea prima di iniziare appunto a parlare e ha detto di votare per il programma e per veri valori, non perché io sono paesano o perché conosco, mi stai simpatico. Purtroppo in questa scuola, come in tutte le scuole, ormai la maggior parte degli studenti non votano per veri motivi come il programma e cose varie, votano perché io posso essere simpatico a te e passaparola e cose varie.
  • Sei sincero ad utilizzare la parola “Purtroppo”?
  • Si che sono sincero perché… si.
  1. Ti senti davvero in grado di poter giudicare l’operato dei professori o approvare il bilancio scolastico?
  • Da solo no. Prendere decisioni da solo io non voglio
  • Ma per mancanza di “coraggio” o per ignoranza nei confronti dell’argomento?
  • Preferirei prendere una decisione del genere con tutti e quattro perché appunto l’anno scorso ero soltanto io presente a queste situazioni. Per fortuna quest’anno sono uscite persone valide e che saranno in grado insieme a me di prendere determinate decisioni.

 

Intervista di Ana-Maria Ifrim

Precedente Cosa ci FAI a Davoli? Successivo Chiarimento del preside riguardo l'intervista

Lascia un commento

*